CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO VALIDE PER LA VENDITA ONLINE DI PACCHETTI TURISTICI E DI ALTRI SERVIZI TURISTICI DA PARTE DELL’APT

Le Condizioni Generali di Contratto inserite in questa sezione del sito regolano i contratti posti in essere dall’utente con l’Azienda per il Turismo Trento (APT) attraverso la suddetta piattaforma caricata sul sito www.trento.info, per la gestione tecnica delle prenotazioni di pacchetti turistici e degli eventuali altri servizi turistici dalla stessa forniti.   

 

DISPOSIZIONI COMUNI

Art. 1 - ESTREMI DEL FORNITORE DEL SERVIZIO E GESTORE DEL SITO
1.1 I servizi oggetto delle presenti Condizioni Generali sono offerti e messi in vendita dalla società Azienda per il Turismo Trento Soc. cons. a r.l. (APT) con sede a Trento (TN), Via Torre Verde, 7 P.IVA 01850080225, PEC office@pec.trento.info, telefono 0461 216000 - fax 0461 216016. 


Art. 2 – DEFINIZIONI
2.1 Ai fini del presente contratto s’intende per: 
a) “utente”: chiunque accede alla piattaforma anche al fine di concludere contratti di prenotazione o di inviare richieste di prenotazione di pacchetti turistici o servizi turistici presso il territorio dell’APT.
b) “consumatore: la persona fisica che utilizza la piattaforma per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale, eventualmente svolta.
c) "viaggiatore": chi stipula il contratto ed è autorizzato a viaggiare in base al contratto.
d) "professionista": qualsiasi persona fisica o giuridica pubblica o privata che, nell'ambito della sua attività commerciale, industriale, artigianale o professionale agisce, anche tramite altra persona che opera in suo nome o per suo conto, in veste di organizzatore, venditore, professionista, che agevola servizi turistici collegati o di fornitore di servizi turistici di cui al presente contratto, ai sensi della normativa vigente.
e) "organizzatore": un professionista che combina pacchetti e li vende o li offre in vendita direttamente o tramite o unitamente a un altro professionista.
f) “servizio turistico”: 1) il trasporto di passeggeri; 2) l'alloggio che non costituisce parte integrante del trasporto di passeggeri e non è destinato a fini residenziali, o per corsi di lingua di lungo periodo; 3) il noleggio di auto, di altri veicoli a motore ai sensi del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 28 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 162 del 12 luglio 2008, o di motocicli che richiedono una patente di guida di categoria A, a norma del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 2; 4) qualunque altro servizio turistico che non costituisce parte integrante di uno dei servizi turistici di cui ai numeri 1), 2) o 3), e non sia un servizio finanziario o assicurativo. 
g) “servizio turistico integrativo”: servizi accessori quali, tra gli altri, il trasporto del bagaglio fornito nell'ambito del trasporto dei passeggeri; l'uso di parcheggi a pagamento nell'ambito delle stazioni o degli aeroporti; il trasporto passeggeri su brevi distanze in occasione di visite guidate o i trasferimenti tra una struttura ricettiva e una stazione di viaggio con altri mezzi; l'organizzazione di attività di intrattenimento o sportive; la fornitura di pasti, di bevande e la pulizia forniti nell'ambito dell'alloggio; la fruizione di biciclette, sci e altre dotazioni della struttura ricettiva ovvero l'accesso a strutture in loco, quali piscine, spiagge, palestre, saune, centri benessere o termali, incluso per i clienti dell'albergo; qualunque altro servizio integrativo tipico anche secondo la prassi locale.
h) “pacchetto turistico”: la combinazione di almeno due tipi diversi di servizi turistici ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza, se si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

  • 1) tali servizi sono combinati da un unico professionista, anche su richiesta del viaggiatore o conformemente a una sua selezione, prima che sia concluso un contratto unico per tutti i servizi;
  • 2) tali servizi, anche se conclusi con contratti distinti con singoli fornitori di servizi turistici, sono:
  • 2.1) acquistati presso un unico punto vendita e selezionati prima che il viaggiatore acconsenta al pagamento;
  • 2.2) offerti, venduti o fatturati a un prezzo forfettario o globale;
  • 2.3) pubblicizzati o venduti sotto la denominazione “pacchetto” o denominazione analoga;
  • 2.4) combinati dopo la conclusione di un contratto con cui il professionista consente al viaggiatore di scegliere tra una selezione di tipi diversi di servizi turistici, oppure acquistati presso professionisti distinti attraverso processi collegati di prenotazione per via telematica ove il nome del viaggiatore, gli estremi del pagamento e l'indirizzo di posta elettronica siano trasmessi dal professionista con cui è concluso il primo contratto a uno o più professionisti e il contratto con quest'ultimo o questi ultimi professionisti sia concluso al più tardi 24 ore dopo la conferma della prenotazione del primo servizio turistico.

i) “servizio turistico collegato”: almeno due tipi diversi di servizi turistici acquistati ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza, che non costituiscono un pacchetto, e che comportano la conclusione di contratti distinti con i singoli fornitori di servizi turistici, se un professionista agevola, alternativamente: 1) al momento di un'unica visita o un unico contatto con il proprio punto vendita, la selezione distinta e il pagamento distinto di ogni servizio turistico da parte dei viaggiatori; 2) l'acquisto mirato di almeno un servizio turistico aggiuntivo presso un altro professionista quando tale acquisto è concluso entro le 24 ore dalla conferma della prenotazione del primo servizio turistico.
j) “Operatore Ricettivo”: l’operatore turistico del settore ricettivo alberghiero ed extralberghiero situato nell’ambito turistico, il quale accede alla piattaforma mediante la sottoscrizione di apposito contratto con l’APT.
k) “Operatore Extraricettivo”: l’operatore turistico del settore extraricettivo nell’ambito turistico, il quale accede alla piattaforma mediante la sottoscrizione di apposito contratto con l’APT; 
l) “piattaforma”: il software per la gestione tecnica di prenotazioni e di richieste di pacchetti turistici e servizi forniti dalle strutture ricettive e dagli Operatori extraricettivi.
m) “sito”: il dominio www.trento.info utilizzato dall’APT Trento che ospita la piattaforma. 
n) “siti riconducibili” e “siti powered by”: tutti i siti di informazione e promo commercializzazione dell’offerta turistica del circondario dell’APT Trento o che, pur non essendo gestiti dall’APT stessa consentono di procedere alla prenotazione del servizio offerto dall’APT utilizzando la piattaforma di prenotazione. 
o) “ambito/comprensorio”: il territorio che include l’ambito turistico facente capo all’APT Trento (Aldeno, Cimone, Garniga, Monte Bondone, altopiano di Piné e Trento).
p) “Booking Center”: operatore dell’APT che procede per conto dell’utente (es. su richiesta telefonica o per e-mail) alla prenotazione tramite la piattaforma.
q) “Link Key Inter-ambito”: operazione tecnica effettuata da TM, finalizzata a rendere visibili
su siti terzi, in modo congiunto ed aggregato, le offerte pubblicate da APT e/o dai Fornitori sui propri canali, anche sfruttando le aggregazioni già operate dagli
stessi e/o da APT in Club di Prodotto o di Progetto o in altre iniziative
interambito.
r) “Marketplace”: area residente su www.visittrentino.info messa a disposizione da TM, in
qualità di gestore, che ospita le APT, i Consorzi ed i Fornitori che ivi promuovono i propri
prodotti agli utenti.
s) “TM”: Trentino Marketing S.r.l., società di scopo costituita da Trentino Sviluppo S.p.A.,
con sede in Trento via Romagnosi 11.

Art. 3 - OGGETTO DEL CONTRATTO
3.1 Con il presente contratto di commercio elettronico l’APT vende e l’utente acquista tramite strumenti telematici pacchetti o servizi turistici riportati ed offerti sul sito www.trento.info. Le presenti condizioni generali di vendita trovano applicazione anche nel caso in cui l'utente effettui l'acquisto del prodotto sul sito dell’APT accedendovi dal Canale TM (Marketplace e Link Key interambito). Nessun contratto di vendita viene concluso sul Marketplace.
3.2. Costituiscono parte integrante del contratto di viaggio, oltre alle presenti Condizioni Generali, la descrizione del pacchetto turistico e/o dei servizi turistici contenuta nel catalogo online, ovvero nel separato programma di viaggio, se previsti, nonché la conferma di prenotazione dei servizi richiesti dall’utente/viaggiatore unitamente – se si tratta di pacchetti turistici - ai documenti di cui all’art. 36 co. 8 CdT e tutte le clausole indicate nella documentazione preventiva di viaggio consegnata o trasmessa all’utente/viaggiatore.
3.3 L’APT è responsabile per l’acquisto di pacchetti vacanza e attività specificatamente indicati come venduti dalla stessa Azienda e quindi con relativo incasso, in quanto operante in qualità di agenzia di viaggio e per le quali valgono le presenti Condizioni Generali. 
3.4 Le indicazioni relative al servizio che si intende prenotare sono contenute nelle note e nei dettagli dell’offerta e sono conoscibili e consultabili dall’utente prima della conclusione della prenotazione. 
3.5 Le informazioni sulla composizione dei pacchetti vacanza sono inserite sulla piattaforma direttamente dall’APT e pertanto, della loro veridicità la stessa è direttamente responsabile.  
3.6  Le informazioni contenute sulla piattaforma che descrivono i pacchetti turistici, le strutture ricettive e le attività prenotabili, ove hanno ad oggetto la descrizione della struttura e dell’attività, incluse le relative caratteristiche, i servizi messi a disposizione, le immagini (foto, video e contenuti audio-video), sono pubblicate direttamente ed autonomamente dagli Operatori Ricettivi o dagli Operatori Extraricettivi, ovvero, soltanto in caso di delega, dall’APT o da soggetti terzi specificamente incaricati. Tali informazioni, contenuti e materiali, sono inseriti e pubblicati sulla piattaforma senza che venga effettuato dall’APT alcun controllo e verifica; pertanto, l’APT Trento,  non può essere ritenuta in alcun modo responsabile né per la veridicità né per eventuali danni subiti dall’utente che dipendano o siano connessi a tali informazioni anche se errate, inesatte o incomplete. 
3.7 Le presenti condizioni generali di vendita sono visionabili dall’utente durante il processo di
acquisto e si trovano pubblicate sul sito internet dell’APT.
3.8 In ogni caso, ove l’Utente sia un Consumatore, ai contratti dallo stesso conclusi saranno
applicabili anche le disposizioni inderogabili di legge, oltre a quelle sul commercio
elettronico.


Art. 4 - FONTI NORMATIVE
4.1 La vendita dei prodotti turistici da parte dell’Azienda per il Turismo Trento è regolata dalla Convenzione internazionale di Bruxelles del 1970, dal D.lgs. 70/2003 che regola il commercio elettronico, D.lgs. 79/2011 (Codice del Turismo - CdT), come modificato dal D.lgs. n. 62 del 06.06.2018 di attuazione della Direttiva UE n. 2015/2302, dal D.lgs. 206/2005 (Codice del Consumo), nonché dalle disposizioni del Codice Civile in tema di trasporto, appalto di servizi e mandato in quanto applicabili, e dalle Leggi Provinciali n. 8/2002 e n. 8/2020 e ss. modifiche.


Art. 5 - REGIME AMMINISTRATIVO
5.1 L’APT, quale organizzatore e venditore del pacchetto e dei servizi turistici cui l’utente si rivolge, esercita la propria attività conformemente alle leggi statali, provinciali e comunali di riferimento.  
5.2 Si rendono quindi noti, prima della conclusione del contratto, gli estremi della polizza assicurativa per la copertura dei rischi derivanti da responsabilità civile professionale, nonché gli estremi della garanzia contro i rischi di fallimento ed insolvenza dell’organizzatore, ai fini della restituzione delle somme versate o del rientro del viaggiatore presso la località di partenza, anche ai sensi dell’art. 47 CdT.
5.3 Scheda tecnica: Organizzazione Tecnica: Servizio Turismo della Provincia Autonoma di Trento Autorizzazione Determinazione del Dirigente n.102 del 06.04.2005; Garanzia Assicurativa di responsabilità civile per l’adempimento degli obblighi assunti verso i clienti con il contratto di viaggio ed in relazione al costo complessivo dei servizi, nella osservanza delle disposizioni previste degli artt. 44 e 45 del CdT, è stata contratta con FRIGO ASSICURAZIONI per conto di UNIPOLSAI Assicurazioni, polizza numero 1/39383/319/172063720/2 COD. SUBAGENZIA 100; Garanzie per i viaggiatori – Assicurazione in sostituzione del Fondo di Garanzia e conforme all’art. 47, co. 2 CdT: polizza n. 202761316 di NOBIS Compagnia di assicurazioni.


ART. 6 MODALITA’ DI CONCLUSIONE DEL CONTRATTO
6.1 Il contratto tra l’APT e l’utente si conclude esclusivamente tramite la rete internet e mediante l’utilizzo della piattaforma. 
6.2 L’utente, effettuato l’accesso al sito web sopra indicato, dovrà seguire le procedure riportate all’interno del sito stesso al fine di formalizzare la propria accettazione per l’acquisto dei servizi di cui al precedente art. 3.  
6.3 L’utente che intenda procedere all’acquisto dei servizi offerti sul sito dovrà previamente procedere all’inserimento dei propri dati anagrafici e fornire un indirizzo e-mail valido; le informazioni fornite devono essere veritiere.
6.4 Il contratto si conclude nelle seguenti modalità: l’utente esegue la prenotazione del servizio turistico individuato tra quelli proposti sulla piattaforma procedendo alla compilazione del relativo form/modulo allegato al catalogo elettronico on-line. 
6.5 La prenotazione suddetta è seguita da un messaggio di conferma via e-mail inviato dalla piattaforma all’utente, all’Operatore Ricettivo o all’Operatore Extraricettivo, ove sono riepilogate le condizioni di prenotazione relative al servizio selezionato ed in cui sono riportati gli estremi del viaggiatore e della prenotazione, le informazioni relative alle caratteristiche essenziali del servizio prenotato, l’indicazione del prezzo totale e le eventuali ulteriori spese o oneri accessori, la durata del contratto, le condizioni del recesso se previsto, l’indicazione dei termini e modalità di pagamento.  
6.6 In caso di acquisto di un pacchetto turistico, il contratto conterrà altresì le seguenti informazioni: a) le richieste specifiche del viaggiatore accettate dall'organizzatore; b) una dichiarazione attestante che l'organizzatore è responsabile dell'esatta esecuzione di tutti i servizi turistici inclusi nel contratto ed è tenuto a prestare assistenza qualora il viaggiatore si trovi in difficoltà, anche in caso di circostanze sopravvenute a lui non imputabili all'organizzatore, in particolare fornendo le opportune informazioni riguardo ai servizi sanitari, alle autorità locali e all'assistenza consolare e assistendo il viaggiatore nell'effettuare comunicazioni a distanza e aiutandolo a trovare servizi turistici alternativi. L'organizzatore può pretendere il pagamento di un costo ragionevole per tale assistenza qualora il problema sia causato intenzionalmente dal viaggiatore o per sua colpa, nei limiti delle spese effettivamente sostenute; c) il nome e i recapiti, compreso l'indirizzo geografico, del soggetto incaricato della protezione in caso d'insolvenza; d) il nome, l'indirizzo, il numero di telefono, l'indirizzo di posta elettronica e, se presente, il numero di fax del rappresentante locale dell'organizzatore, di un punto di contatto o di un altro servizio che consenta al viaggiatore di comunicare rapidamente ed efficacemente con l'organizzatore per chiedere assistenza o per rivolgere eventuali reclami relativi a difetti di conformità riscontrati durante l'esecuzione del pacchetto;  e) il fatto che il viaggiatore sia tenuto a comunicare, senza ritardo e tenuto conto delle circostanze del caso, eventuali difetti di conformità rilevati durante l'esecuzione di un servizio turistico previsto dal presente contratto; f) nel caso di minori, non accompagnati da un genitore o altra persona autorizzata, che viaggiano in base a un contratto di pacchetto turistico che include l'alloggio, le informazioni che consentono di stabilire un contatto diretto con il minore o il responsabile del minore nel suo luogo di soggiorno; g) informazioni riguardo alle esistenti procedure di trattamento dei reclami e ai meccanismi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR - Alternative Dispute Resolution), ai sensi del Codice del Consumo e, se presente, all'organismo ADR da cui il professionista è disciplinato e alla piattaforma di risoluzione delle controversie online ai sensi del regolamento (UE) n. 524/2013; h) informazioni sul diritto del viaggiatore di cedere il contratto a un altro viaggiatore e dei relativi termini e costi.
6.7 A conclusione del percorso di prenotazione l’APT è direttamente vincolata nei confronti dell’utente ad erogare il servizio turistico acquistato e l’utente è vincolato verso l’APT secondo le specifiche riportate nella e-mail di conferma. 
6.8 Ove non diversamente specificato, l’accettazione della prenotazione si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo nel momento in cui l’utente versa l’importo totale per il prodotto acquistato e l’APT avrà provveduto ad inviare al cliente, anche a mezzo telematico, conferma di ricezione del pagamento. 
6.9 La prenotazione di un pacchetto o di un servizio turistico tramite la piattaforma potrà avvenire anche presso gli uffici turistici abilitati con il supporto di un operatore (Booking Center). In tal caso gli operatori degli uffici turistici si limitano a rendere fruibile la piattaforma a favore dell’utente o ad effettuare la prenotazione in sua vece. 
6.10 Appena ricevuto il pagamento dei servizi, l’APT procederà ad emettere il relativo documento fiscale ai sensi della normativa di riferimento. Nel caso in cui l’utente/acquirente voglia ricevere fattura, ne dovrà dare comunicazione in fase di compilazione della prenotazione. In tal caso, al momento della compilazione della prenotazione, dovrà fornire i dati relativi al proprio codice fiscale o numero di Partita Iva oltre al codice univoco di fatturazione o comunque i dati necessari ai fini della fatturazione.
6.11 L’utente si impegna a prendere visione prima di procedere alla conferma della prenotazione, delle presenti Condizioni Generali di Vendita e ad accettarle apponendovi la relativa spunta (procedura point & click) avendo cura di conservarne una copia, anche stampata. 
6.12 Il presente contratto non si considera perfezionato, e quindi sarà privo di efficacia se manca quanto riportato ai punti precedenti.
6.13 Nella e-mail di conferma l’utente riceverà anche il link per scaricare ed archiviare una copia in pdf delle presenti Condizioni Generali.
6.14 All’atto della prenotazione è fatto obbligo per l’utente di inserire dati veritieri, con specifico riferimento al numero delle persone per le quali la prenotazione viene effettuata e ciò a pena di sua esclusiva responsabilità anche in caso di errori nella prenotazione, i quali saranno, in tal caso, a lui esclusivamente imputabili.
6.15 Dal momento della prenotazione, per qualsiasi richiesta e/o modifica, l’utente è tenuto a contattare direttamente l’APT utilizzando le indicazioni riportate nella e-mail di conferma di acquisto. Fatta salva la previsione di cui all’art. 16 delle presenti Condizioni Generali, eventuali modifiche alla prenotazione devono essere richieste in forma scritta all’APT la quale, compatibilmente con le proprie necessità organizzative, potrà confermare o rifiutare la richiesta ovvero concordare con l’utente le modifiche alle condizioni originariamente pattuite, nei termini e nei modi che riterrà opportuni, salvo ed impregiudicato il diritto a chiedere la rifusione all’utente/viaggiatore delle spese necessarie per procedere alla modifica della prenotazione, le quali dovranno essere dalla stessa documentate. 
6.16 L’utente/viaggiatore è tenuto a comunicare per iscritto all’organizzatore, all’atto della prenotazione, le particolari richieste personali che potranno formare oggetto di accordi specifici sulle modalità di viaggio, sempre che ne risulti possibile l’attuazione.


Art. 7 – PREZZI E MODALITÀ DI PAGAMENTO
7.1 Tutti i prezzi di vendita indicati sulla piattaforma caricata sul sito www.trento.info e su eventuali altri siti, canali o dispositivi web di prenotazione, gestiti direttamente dall’APT oppure da altri soggetti partner di APT in virtù di specifici accordi di collaborazione, sono espressi in Euro e costituiscono offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 c.c.
7.2 I prezzi di vendita dei servizi offerti sono comprensivi di IVA e di ogni eventuale altra imposta. Gli eventuali ulteriori costi, spese o oneri accessori, se presenti e non ricompresi nel prezzo di acquisto, saranno indicati e calcolati nella procedura di prenotazione e prima dell’inoltro della mail di riepilogo all’utente. 
7.3 I prezzi indicati in corrispondenza di ciascuno dei beni offerti al pubblico hanno validità fino alla data indicata nel catalogo online.
7.4 Ove non diversamente specificato, al momento della prenotazione verrà richiesto all’utente di effettuare il pagamento totale del servizio acquistato tramite carta di credito seguendo le istruzioni fornite dalla piattaforma. Le carte di credito accettate sono quelle indicate al momento della prenotazione. 
7.5 Nel corso del processo di prenotazione verrà richiesto all’utente l’inserimento sulla piattaforma dei dati della carta di credito – in caso di acquisto on line – ovvero la comunicazione degli stessi agli operatori degli uffici turistici nei casi di cui all’art. 6.9 delle presenti Condizioni Generali.  
7.6 Tutte le comunicazioni relative ai pagamenti avvengono su una apposita linea protetta da un sistema di cifratura. L’APT garantisce la memorizzazione di queste informazioni con un livello ulteriore di cifratura di sicurezza e in ossequio di quanto previsto dalla vigente disciplina in materia di tutela dei dati personali.  Nello specifico, i pagamenti effettuati con carta di credito sono gestiti tramite apposita procedura di pagamento on-line. I dati rilasciati dall’utente vengono gestiti da sistemi informativi che rispettano gli standard PCI DSS, (Payment Card Industry Data Security Standard). Tutte le operazioni avvengono attraverso connessioni protette tramite codici di protezione SSL (Security Socket Layer) e protocollo https (http secure).
7.7 Resta inteso che l’APT Trento non si assume alcuna responsabilità per l’eventualità di truffe, frodi o abusi da parte di terzi dei dati della carta di credito raccolti in fase di prenotazione, sempre che ciò non sia ricollegabile ad atti o fatti alla stessa imputabili a titolo di dolo o di colpa grave.
7.8 Il mancato pagamento delle somme di cui sopra alle date stabilite, costituisce clausola risolutiva espressa tale da determinare da parte dell’APT la risoluzione di diritto ex art. 1456 c.c. senza necessità di comunicazione alcuna all’utente/viaggiatore, restando salvo il diritto dell’APT di esigerne l’esecuzione nonostante la scadenza del termine. In caso di risoluzione per inadempimento dell’utente verrà riconosciuto a favore di APT una penale pari al 30% del totale del corrispettivo pattuito in sede di prenotazione dei servizi.
7.9 L’accettazione delle presenti Condizioni Generali vale come autorizzazione preventiva per l’Istituto di Credito all’utilizzo dei dati inseriti dall’utente in caso di applicazione della penale.

 
Art. 8 – DIRITTO DI RECESSO
8.1 Ai sensi delle norme del Codice del Consumo che regolano la vendita a distanza l’utente/consumatore non ha diritto di recedere dal contratto o dalla proposta negoziata fuori dai locali commerciali rientrando i servizi turistici omnicomprensivamente intesi, disciplinati dalle presenti Condizioni Generali e prestati dall’APT, tra quelli previsti dall’art. 59 Codice del Consumo che prevede tra le “eccezioni al diritto di recesso” alla lettera n) “la fornitura di alloggi per fini non residenziali, il trasporto di beni, i servizi di noleggio di autovetture, i servizi di catering o i servizi riguardanti le attività del tempo libero qualora il contratto preveda una data o un periodo di esecuzione specifica”.
8.2 Soltanto per i contratti di pacchetto turistico stipulato a distanza o comunque fuori dai locali commerciali sussiste il diritto di recesso dal contratto di vendita entro un periodo di 5 giorni dalla data di conclusione dello stesso o dalla data in cui l’utente riceve le condizioni contrattuali e le informazioni preliminari se successiva, senza penali e senza fornire alcuna motivazione. 


Art. 9 – DISDETTA DELLA PRENOTAZIONE
9.1 L’utente che intenda disdire una prenotazione effettuata tramite la piattaforma deve darne comunicazione a mezzo e-mail all’indirizzo info@trento.info entro il termine indicato nella mail di conferma prenotazione. 
9.2 Salvo diverse indicazioni rese al momento della prenotazione, si applicano alla disdetta le previsioni dell’art. 10 delle presenti Condizioni Generali.
9.3 La restituzione degli importi all’utente sarà effettuata entro il termine di 30 giorni dal momento della presa in carico della disdetta trasmessa nelle modalità indicate all’art. 9.1 delle presenti Condizioni Generali.
9.4 Nel caso in cui la disdetta sopraggiunga oltre il termine stabilito o l’utente/viaggiatore indicato quale fruitore del servizio acquistato non si presenti per utilizzare tale servizio nel giorno o entro l’orario indicato sul contratto, l’APT sarà legittimata ad applicare le “penali” così come indicate all’art. 10 delle presenti Condizioni Generali. 


ART. 10 – PENALI E POLICY DI CANCELLAZIONE 
10.1 Salvo sia diversamente indicato al momento della prenotazione, si applicano le seguenti policy di cancellazione:

 - Pacchetti turistici: 

  • a) cancellazione sino a 15 giorni lavorativi prima dell’inizio del soggiorno: restituzione dell’80% del corrispettivo versato; 
  • b) cancellazione dal 14 a 8 giorni lavorativi prima dell’inizio del soggiorno: restituzione del 70% del corrispettivo versato; 
  • c) cancellazione da 7 a 0 giorni lavorativi prima dell’inizio del soggiorno (sabato escluso): restituzione del 50% del corrispettivo versato. 
  • Nessun rimborso spetterà al viaggiatore dopo l’inizio del pacchetto turistico.

- Servizi turistici / attività: 

  • a) cancellazione gratuita entro le 18.00 del giorno precedente l’attività: restituzione dell’80% del corrispettivo versato;
  • b) cancellazioni successive alle ore 18.00 del giorno precedente l’attività oppure in caso di mancata presentazione: verrà trattenuto l’intero importo versato a titolo di penale.
  • Nessun rimborso spetterà al viaggiatore dopo l’inizio dell’esecuzione del servizio turistico.

Art. 11 - OBBLIGHI DEI VIAGGIATORI
11.1 Resta inteso tra le parti che l’acquisto di servizi ricettivi, pacchetti o di qualunque altro servizio o prodotto turistico, per ritenersi validamente concluso, deve essere posto in essere da un soggetto maggiorenne.
Nel corso delle trattative e comunque prima della conclusione del contratto, sono fornite le informazioni di carattere generale concernenti le condizioni in materia di passaporti e visti e quali sono le formalità sanitarie del Paese di destinazione, consultando anche le piattaforme ed i siti web ufficiali della Provincia Autonoma di Trento.
11.2 Per le norme relative all’espatrio dei cittadini italiani e dei minori italiani si rimanda espressamente a quanto indicato sul sito della Polizia di Stato. 
11.3 I cittadini stranieri devono essere in possesso di passaporto individuale ed eventuale visto d’ingresso e potranno reperire le necessarie ed aggiornate informazioni attraverso le loro rappresentanze diplomatiche presenti in Italia e/o i rispettivi canali informativi governativi ufficiali.
11.4 I viaggiatori provvederanno, prima della partenza, a verificare presso le competenti autorità (per i cittadini italiani le locali Questure ovvero il Ministero degli Affari Esteri tramite il sito www.viaggiaresicuri.it ovvero la Centrale Operativa Telefonica al numero 06.491115) che i propri documenti siano in regola con le indicazioni fornite e ad adeguarsi in tempo utile prima dell’inizio del pacchetto. In assenza di tale verifica, nessuna responsabilità per la mancata partenza di uno o più viaggiatori potrà essere imputata all’organizzatore.
11.5 I viaggiatori dovranno in ogni caso informare l’organizzatore della propria cittadinanza prima della richiesta di prenotazione e, al momento della partenza, dovranno accertarsi di essere muniti dei certificati di vaccinazione, del passaporto individuale e di ogni altro documento valido per tutti i Paesi toccati dall’itinerario, nonché dei visti di soggiorno, di transito e dei certificati sanitari che fossero eventualmente richiesti.
11.6 Al fine di valutare la situazione di sicurezza socio\politica, sanitaria e ogni altra informazione utile relativa ai Paesi e luoghi di destinazione e nelle loro immediate vicinanze e, dunque, l’utilizzabilità oggettiva dei servizi acquistati o da acquistare e l’eventuale incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto, il viaggiatore avrà l’onere di assumere le informazioni ufficiali di carattere generale presso il Ministero Affari Esteri, e divulgate attraverso il sito istituzionale della Farnesina www.viaggiaresicuri.it. 
11.7 Le informazioni di cui sopra non possono essere contenute nei cataloghi degli organizzatori poiché essi contengono informazioni descrittive di carattere generale e non informazioni soggette a modifiche ad opera di autorità ufficiali. 
11.8 Le informazioni aggiornate dovranno essere assunte a cura dei viaggiatori, visualizzando tutte le informazioni presenti sul sito web del Ministero degli Affari Esteri.
11.9 Il viaggiatore è tenuto in base al principio della diligenza del buon padre di famiglia a verificare la correttezza dei propri documenti personali e di eventuali minori, nonché di munirsi di documenti validi per l’espatrio secondo le regole del proprio Stato e le convenzioni che regolano la materia. 
11.10 Il viaggiatore deve provvedere ad espletare le relative formalità anche considerando che l’organizzatore non hanno l’obbligo di procurare visti o documenti.
11.11 Ove alla data di prenotazione la destinazione prescelta risultasse, dai canali informativi istituzionali, località oggetto di “sconsiglio o “avvertimento” per motivi di sicurezza, il viaggiatore che successivamente dovesse esercitare il recesso non potrà invocare, ai fini dell’esonero o della riduzione della richiesta di indennizzo per il recesso operato, il venir meno della causa contrattuale connessa alle condizioni di sicurezza del Paese.
11.12 I viaggiatori dovranno attenersi all’osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza ed a quelle specifiche in vigore nei Paesi destinazione del viaggio, a tutte le informazioni fornite loro dall’organizzatore, nonché ai regolamenti, alle disposizioni amministrative o legislative relative al pacchetto turistico. 
11.13 I viaggiatori saranno chiamati a rispondere di tutti i danni che l’organizzatore dovesse subire anche a causa del mancato rispetto degli obblighi sopra indicati, ivi incluse le spese necessarie al loro rimpatrio. Inoltre, l’organizzatore può pretendere dal viaggiatore il pagamento di un costo ragionevole per l’assistenza fornitagli, qualora il problema sia causato intenzionalmente dal viaggiatore o per sua colpa, nei limiti delle spese sostenute.
11.14 Il viaggiatore è tenuto a fornire all’organizzatore tutti i documenti, le informazioni e gli elementi in suo possesso utili per l’esercizio del diritto di regresso nei confronti dei soggetti che abbiano causato o contribuito al verificarsi delle circostanze o dell’evento da cui sono derivati l’indennizzo, la riduzione del prezzo, il risarcimento o altri obblighi in questione nonché dei soggetti tenuti a fornire servizi di assistenza ed alloggio in forza di altre disposizioni, nel caso in cui il viaggiatore non possa rientrare nel luogo di partenza, nonché per l’esercizio del diritto di surroga nei confronti di terzi responsabili del danno ed è responsabile verso l’organizzatore del pregiudizio arrecato al diritto di surrogazione.
11.15 Per quanto attiene ai pacchetti turistici, il viaggiatore deve sempre comunicare tempestivamente all’organizzatore eventuali difetti di conformità riscontrati durante l’esecuzione del pacchetto. 

Art. 12 – OBBLIGHI DELL’UTENTE/ACQUIRENTE
12.1 L’utente/acquirente si impegna a pagare il prezzo del bene acquistato nei tempi e modi indicati dal contratto. 
12.2 L’utente/acquirente si impegna, una volta conclusa la procedura di acquisto online, a provvedere alla stampa e alla conservazione del presente contratto se ritenuto necessario. 
12.3 Le informazioni contenute in questo contratto sono state, peraltro, già visionate ed accettate dall’utente/acquirente che ne dà atto, in quanto questo passaggio viene reso obbligatorio prima della conferma dell’acquisto. 


Art. 13 – REGIME DI RESPONSABILITÀ
13.1 L’APT non si assume alcuna responsabilità per disservizi imputabili a cause di forza maggiore, a caso fortuito ovvero nel caso non si riesca a dare esecuzione al servizio nei tempi e modi previsti dal contratto per cause imputabili in via esclusiva all’utente o al viaggiatore. 
13.2 L’APT non potrà essere ritenuta in alcun modo responsabile, salvo il caso di dolo o colpa grave, per disservizi o malfunzionamenti connessi all’utilizzo della rete internet al di fuori del controllo proprio o di suoi sub-fornitori. 
13.3 L’APT non sarà inoltre responsabile per eventuali danni, perdite e costi subiti dall’utente/viaggiatore a seguito della mancata esecuzione del contratto per cause alla società non imputabili (ivi compresi eventi sopravvenuti, quali ad es. limitazioni o restrizioni alla circolazione dovuti a fenomeni pandemici o di emergenza sanitaria) avendo in tal caso l’utente/viaggiatore/acquirente diritto soltanto alla restituzione integrale del prezzo corrisposto e degli eventuali oneri accessori sostenuti. 


Art. 14 – MODIFICHE DOPO L’INIZIO DEL PACCHETTO TURISTICO E RESPONSABILITA’ DELL’ORGANIZZATORE
14.1 Se per circostanze sopravvenute non imputabili all’organizzatore è impossibile fornire, in corso di esecuzione del contratto, una parte sostanziale, per valore o qualità, della combinazione dei servizi turistici pattuiti nel contratto, l’organizzatore offre, senza supplemento di prezzo a carico del viaggiatore, soluzioni alternative adeguate alla qualità ove possibile equivalente o superiore, rispetto a quelle specificate nel contratto, affinché l’esecuzione possa continuare, inclusa l’eventualità che il ritorno del viaggiatore al luogo di partenza non sia fornito come concordato. 
14.2 Se le soluzioni alternative proposte comportano un servizio o pacchetto di qualità inferiore a quella specificata nel contratto di pacchetto turistico, l’organizzatore concede al viaggiatore un’adeguata riduzione del prezzo. 
14.3 Il viaggiatore può respingere le soluzioni alternative proposte solo se non sono comparabili a quanto convenuto nel contratto o se la riduzione del prezzo concessa è inadeguata. 
14.4 Se è impossibile predisporre soluzioni alternative o il viaggiatore respinge le soluzioni alternative proposte, conformi a quanto indicato nell’art. 14.1, al viaggiatore è riconosciuta una riduzione del prezzo. 
14.5 In caso di inadempimento dell'obbligo di offerta si applica la previsione di cui all’art. 15.5.  
14.6 Laddove, a causa di circostanze sopravvenute non imputabili all'organizzatore, è impossibile assicurare il rientro del viaggiatore come pattuito nel contratto di pacchetto turistico, si applicano le previsioni di cui all’art. 15.6 e 15.7 delle presenti Condizioni Generali. 


Art. 15 - RESPONSABILITÀ DELL’ORGANIZZATORE PER INESATTA ESECUZIONE DEL PACCHETTO
15.1 Ai sensi dell’art. 42 CdT l’organizzatore è responsabile dell'esecuzione di tutti i servizi turistici previsti dal contratto indipendentemente dal fatto che debbano essere prestati dall'organizzatore stesso, dai suoi ausiliari o preposti quando agiscono nell'esercizio delle loro funzioni, dai terzi della cui opera si avvale o da altri fornitori di servizi turistici, ai sensi dell'art. 1228 c.c.
15.2 Il viaggiatore, ai sensi degli artt. 1175 e 1375 c.c., informa l'organizzatore tempestivamente, tenuto conto delle circostanze del caso, di eventuali difetti di conformità rilevati durante l'esecuzione di un servizio previsto dal contratto.
15.3 Se uno dei servizi turistici non è eseguito secondo quanto pattuito nel contratto, l'organizzatore pone rimedio al difetto di conformità, a meno che ciò risulti impossibile oppure risulti eccessivamente oneroso, tenendo conto dell'entità del difetto di conformità e del valore dei servizi interessati dal difetto. Se l'organizzatore non pone rimedio al difetto, si applica quanto previsto all’art. 22 complessivamente inteso nell’ipotesi di pacchetti turistici e dagli artt. 22.1, 22.2 e 22.3 per i servizi turistici.
15.4 Fatte salve le eccezioni di cui all’art. 15.3, se l'organizzatore non pone rimedio al difetto di conformità entro un periodo ragionevole fissato dal viaggiatore in relazione alla durata e alle caratteristiche del prodotto turistico acquistato, con la contestazione effettuata tempestivamente ai sensi dell’art. 15.2, il viaggiatore può ovviare personalmente al difetto e chiedere il rimborso delle spese necessarie, purché esse siano ragionevoli e documentate; se l'organizzatore rifiuta di porre rimedio al difetto di conformità o se è necessario ovviarvi immediatamente non occorre che il viaggiatore specifichi un termine.
15.5 Se un difetto di conformità, ai sensi dell'art. 1455 c.c., costituisce un inadempimento di non scarsa importanza dei servizi turistici inclusi nel contratto e l'organizzatore non vi ha posto rimedio entro un periodo ragionevole stabilito dal viaggiatore in relazione alla durata e alle caratteristiche dello stesso o del pacchetto, con la contestazione effettuata ai sensi dell’art. 15.2, il viaggiatore può, senza spese, risolvere di diritto e con effetto immediato il contratto o, se del caso, chiedere, ai sensi del successivo art. 22 complessivamente inteso per i pacchetti turistici e degli artt. 22.1, 22.2 e 22.3 per i servizi turistici, una riduzione del prezzo, salvo comunque l'eventuale risarcimento dei danni. In caso di risoluzione del contratto, se il pacchetto comprendeva il trasporto dei passeggeri, l'organizzatore provvede anche al rientro del viaggiatore con un trasporto equivalente senza ingiustificato ritardo e senza costi aggiuntivi per il viaggiatore.
15.6 Laddove sia impossibile assicurare il rientro del viaggiatore, l'organizzatore sostiene i costi dell'alloggio necessario, ove possibile di categoria equivalente a quanto era previsto dal contratto, per un periodo non superiore a 3 notti per viaggiatore o per il periodo più lungo eventualmente previsto dalla normativa dell'UE relativa ai diritti dei passeggeri, applicabile ai pertinenti mezzi di trasporto.
15.7 La limitazione dei costi di cui all’art. 15.6 non si applica alle persone a mobilità ridotta, definite dall'art. 2, par. 1, lett. a), del Reg. (CE) n. 1107/2006, e ai loro accompagnatori, alle donne in stato di gravidanza, ai minori non accompagnati e alle persone bisognose di assistenza medica specifica, purché l'organizzatore abbia ricevuto comunicazione delle loro particolari esigenze almeno 48 ore prima dell'inizio del pacchetto. 


Art. 16 – OBBLIGO DI ASSISTENZA E RECLAMI
16.1 L'APT presta adeguata assistenza senza ritardo all’utente/viaggiatore che si trova in difficoltà, anche fornendo le opportune informazioni riguardo ai servizi sanitari, alle autorità locali e all'assistenza consolare, assistendolo nell'effettuare comunicazioni a distanza e aiutandolo a trovare servizi turistici alternativi.
16.2 L’utente/viaggiatore può indirizzare messaggi, richieste o reclami relativi all'esecuzione del pacchetto turistico o dei servizi, direttamente all’APT utilizzando l’indirizzo office@trento.info. Tali segnalazioni devono essere immediatamente trasmesse affinché l’offerente possa rimediare ad errori e mancanze riscontrate durante il servizio. Il cliente può inviare all’APT un ulteriore reclamo a mezzo mail, pec o fax entro 10 giorni dal momento in cui è terminato il pacchetto o il servizio turistico. In caso contrario l'eventuale diritto al risarcimento potrà diminuire in proporzione al ritardato reclamo ai sensi dell'art. 1227 c.c.


Art. 17 - STRUMENTI ALTERNATIVI DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE E FORO COMPETENTE
17.1 L’APT potrà proporre al viaggiatore modalità di risoluzione alternativa delle contestazioni insorte (ADR-Alternative Dispute Resolution), ai sensi del D.lgs. 206/2005 (Codice del Consumo), indicando la tipologia di risoluzione alternativa proposta e gli effetti che tale adesione comporta.
17.2 Per tutte le controversie nascenti dal presente contratto è esclusivamente competente il Foro di Trento, salve le previsioni del Codice del Consumo – che prevedono la competenza esclusiva del Foro del luogo di residenza o del domicilio dell’Utente stesso qualora ubicati nel territorio italiano - valide qualora l’utente/viaggiatore/acquirente sia un consumatore. 

Art. 18 - SOSTITUZIONI E CESSIONE DEL CONTRATTO AD ALTRO VIAGGIATORE
18.1 Il viaggiatore può farsi sostituire da altra persona purché:

  • a) l’APT ne sia informata entro 7 giorni prima dell'inizio del servizio; 
  • b) la persona cui intende cedere il contratto soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio; 
  • c) tutti i servizi turistici prenotati o quelli in sostituzione possano essere erogati a seguito della sostituzione;
  • d) vengano versate all’organizzatore tutte le spese amministrative e di gestione pratica per procedere alla sostituzione, nella misura che verrà quantificata dall’organizzatore prima della cessione. A tal proposito l’organizzatore, ricevuta comunicazione della cessione, informerà il cedente dei costi della cessione fornendogli altresì la prova relativa ai diritti, imposte o altri costi aggiuntivi risultanti dalla cessione.

18.2 Il cedente e il cessionario del contratto sono solidalmente responsabili per il pagamento del prezzo e degli eventuali diritti, imposte e altri costi aggiuntivi, ivi comprese le eventuali spese amministrative e di gestione delle pratiche, risultanti da tale cessione.
18.3 Se il viaggiatore richiede la variazione di un elemento e/o servizio turistico di una pratica già confermata e purché la richiesta non costituisca novazione contrattuale e sempre che ne risulti possibile l’attuazione, dovrà corrispondere all’organizzatore le spese amministrative e di gestione pratica e le spese conseguenti alla modifica stessa.


Art. 19 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
19.1 In osservanza alle previsioni del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) nonché del D.lgs. 196/2003 (Codice Privacy come modificato e integrato dal D.lgs. 191/2018), l’informativa sul trattamento dei dati personali viene fornita in uno specifico documento allegato e reperibile sul sito all’indirizzo https://www.trento.info/informativa-privacy da intendersi parte integrante delle presenti Condizioni Generali.


ART. 20 - MODIFICHE CONTRATTUALI E NULLITÀ PARZIALE
20.1 APT Trento si riserva il diritto di modificare le presenti Condizioni Generali in qualsiasi momento, senza alcun obbligo di notifica verso l’utente/acquirente. 
20.2 Sul sito www.trento.info è sempre disponibile l’ultima versione delle Condizioni Generali di Contratto con indicazione della versione e del periodo di validità.  
20.3 Le presenti Condizioni Generali contengono tutte le disposizioni di contratto tra l’utente e l’APT Trento e sono sostitutive degli accordi precedenti assunti sia in forma scritta, in formato elettronico che in forma orale. 
20.4 La nullità di uno o più delle disposizioni di cui alle presenti Condizioni Generali non comporta l’invalidità di tutte le altre, le quali restano valide. 


CONDIZIONI SPECIFICHE PER PRENOTAZIONE E ACQUISTO DEL PACCHETTO TURISTICO
Ad integrazione delle Condizioni Generali di cui agli articoli precedenti (Disposizioni Comuni), in relazione all’acquisto dei pacchetti turistici valgono altresì le seguenti condizioni specifiche.

Art. 21 - MODIFICA, DIRITTO DI RECESSO DELL’ORGANIZZATORE
O ANNULLAMENTO DEL PACCHETTO TURISTICO PRIMA DELLA PARTENZA

21.1 Prima dell’inizio del pacchetto, l’organizzatore può unilateralmente modificare le condizioni del contratto diverse dal prezzo, purché si tratti di modifiche di scarsa importanza, comunicandole al viaggiatore su un supporto durevole. 
21.2 Se prima dell’inizio del pacchetto, l’organizzatore è costretto a modificare in modo significativo una o più caratteristiche principali dei servizi turistici o non può soddisfare le richieste specifiche accettate in precedenza e riportate espressamente nel contratto oppure propone di aumentare il prezzo del pacchetto oltre l’8%, l’utente/viaggiatore, entro un periodo ragionevole specificato dall'organizzatore e comunicato contestualmente alla comunicazione di modifica, può accettare la modifica proposta oppure recedere dal contratto senza corrispondere spese di recesso. In caso di recesso, l'organizzatore può offrire al viaggiatore un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore. La comunicazione di modifica indica al viaggiatore le modifiche proposte, la loro incidenza sul prezzo del pacchetto, il termine entro il quale il viaggiatore è tenuto a informare l’organizzatore della sua decisione e le conseguenze della mancata risposta del viaggiatore entro il predetto periodo nonché l’eventuale pacchetto sostitutivo offerto e il relativo prezzo. 
21.3 Se le modifiche del contratto di pacchetto turistico o il pacchetto sostitutivo comportano un pacchetto di qualità o costo inferiore, il viaggiatore ha diritto ad un’adeguata riduzione del prezzo. 
21.4 In caso di recesso dal contratto di pacchetto turistico sopra indicato, se il viaggiatore non accetta un pacchetto sostitutivo, l’organizzatore rimborsa senza ritardo, e in ogni caso entro 14 giorni dal recesso, tutti i pagamenti effettuati da o per conto dell’utente/viaggiatore e si applicano le disposizioni di cui all'articolo 43, co. 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 CdT.
21.5 L’organizzatore può recedere dal contratto di pacchetto turistico e offrire al viaggiatore il rimborso integrale dei pagamenti già effettuati per il pacchetto, ma non è tenuto a versare un indennizzo supplementare se: 

  • a) il numero di persone iscritte al pacchetto è inferiore al minimo previsto dal contratto e l’organizzatore comunica il recesso dal contratto al viaggiatore entro il termine fissato nel contratto e in ogni caso non più tardi di 20 giorni prima dell’inizio del pacchetto in caso di viaggi/servizi che durano più di 6 giorni, di 7 giorni prima dell’inizio del pacchetto in caso di viaggi/servizi che durano tra 2 e 6 giorni, di 48 ore prima dell’inizio del pacchetto nel caso di viaggi/servizi che durano meno di 2 giorni; 
  • b) l’organizzatore non è in grado di eseguire il contratto a causa di circostanze inevitabili e straordinarie e comunica il recesso dal medesimo al viaggiatore senza ritardo prima dell’inizio del pacchetto. 

21.6 Le spese di recesso non sono dovute dal viaggiatore per le ipotesi previste dall’art. 21.2 delle presenti Condizioni Generali di vendita.
21.7 In caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno una incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto o sul trasporto dei passeggeri verso la destinazione, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell’inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non ha diritto ad un indennizzo supplementare. 


Art. 22 - RIDUZIONE DEL PREZZO E RISARCIMENTO DEI DANNI
22.1 Il viaggiatore ha diritto a un'adeguata riduzione del prezzo per il periodo durante il quale vi sia stato difetto di conformità, a meno che l'organizzatore dimostri che tale difetto è imputabile al viaggiatore.
22.2 Il viaggiatore ha diritto di ricevere dall'organizzatore il risarcimento adeguato per qualunque danno che può aver subito in conseguenza di un difetto di conformità.
22.3 Al viaggiatore non è riconosciuto il risarcimento dei danni se l'organizzatore dimostra che il difetto di conformità è imputabile al viaggiatore o a un terzo estraneo alla fornitura dei servizi turistici inclusi nel contratto di pacchetto turistico ed è imprevedibile o inevitabile oppure è dovuto a circostanze inevitabili e straordinarie.
22.4 All'organizzatore si applicano le limitazioni previste dalle convenzioni internazionali in vigore che vincolano l'Italia o l'UE, relative alla misura del risarcimento o alle condizioni a cui è dovuto da parte di un fornitore che presta un servizio turistico incluso in un pacchetto.
22.5 Il contratto di pacchetto turistico può prevedere la limitazione del risarcimento dovuto dall'organizzatore, salvo che per i danni alla persona o quelli causati intenzionalmente o per colpa, purché tale limitazione non sia inferiore al triplo del prezzo totale del pacchetto.
22.6 Il risarcimento o la riduzione del prezzo concessi ai sensi del Codice del Turismo e il risarcimento o la riduzione del prezzo concessi ai sensi dei regolamenti comunitari e convenzioni internazionali applicabili devono detrarsi gli uni dagli altri.
22.7 Il diritto alla riduzione del prezzo o al risarcimento dei danni previsti dal presente articolo si prescrive in 2 anni, a decorrere dalla data del rientro del viaggiatore nel luogo di partenza, fatto salvo quanto previsto all’art. 22.8 delle presenti Condizioni Generali.
22.8 Il diritto al risarcimento dei danni alla persona si prescrive in 3 anni a decorrere dalla data del rientro del viaggiatore nel luogo di partenza o nel più lungo periodo previsto per il risarcimento del danno alla persona dalle disposizioni che regolano i servizi compresi nel pacchetto.


Art. 23 - ASSICURAZIONE CONTRO LE SPESE DI ANNULLAMENTO E DI RIMPATRIO
23.1 Se non espressamente comprese nel prezzo, è possibile e consigliabile, stipulare al momento della prenotazione speciali polizze assicurative per copertura da infortuni e/o malattie e per le spese di rimpatrio e per la perdita e/o danneggiamento del bagaglio. I diritti nascenti dai contratti di assicurazione devono essere esercitati dal viaggiatore direttamente nei confronti delle Compagnie di Assicurazioni contraenti, alle condizioni e con le modalità previste nelle polizze medesime, prestando attenzione, in particolare, alle tempistiche per l’apertura del sinistro, alle franchigie, limitazioni ed esclusioni. Il contratto di assicurazione in essere tra viaggiatore e Compagnia assicuratrice ha forza di legge tra le parti ed esplica i suoi effetti ai sensi dell’art. 1905 c.c.
23.3 Gli utenti/viaggiatori, al momento della prenotazione, devono comunicare all’organizzatore eventuali necessità specifiche o problematiche per le quali si dovesse rendere necessaria e/o opportuna l’emissione di polizze diverse da quelle proposte o incluse nel prezzo del pacchetto.


Art. 24 - GARANZIE AL VIAGGIATORE
24.1 L'organizzatore/venditore è stabilito in Italia e coperto da contratto di assicurazione per la responsabilità civile a favore del viaggiatore per il risarcimento dei danni derivanti dalla violazione dei rispettivi obblighi assunti con il contratto.
24.2 I contratti di organizzazione di pacchetto turistico sono assistiti da polizze assicurative che nei casi di insolvenza o fallimento dell'organizzatore garantiscono, senza ritardo su richiesta del viaggiatore, il rimborso del prezzo versato per l'acquisto del pacchetto e il rientro immediato del viaggiatore nel caso in cui il pacchetto includa il trasporto del viaggiatore, nonché, se necessario, il pagamento del vitto e dell'alloggio prima del rientro. In alternativa al rimborso del prezzo o al rientro immediato, può essere offerta al viaggiatore la continuazione del pacchetto con le modalità di cui agli articoli 40 e 42 CdT.
24.3 Le medesime garanzie sono prestate dai professionisti che agevolano servizi turistici collegati per il rimborso di tutti i pagamenti che ricevono dai viaggiatori, nella misura in cui un servizio turistico che fa parte di un servizio turistico collegato non sia effettuato a causa dello stato di insolvenza o fallimento dei professionisti.


ART. 25 – ALTRE INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DEL PACCHETTO TURISTICO
25.1
Le attività e l’utilizzo degli impianti (es. impianti di risalita, ecc.) compresi nel contratto di pacchetto turistico potrebbero subire delle variazioni (anche in corso) oppure essere annullate qualora le condizioni meteorologiche o tecniche non ne consentissero il regolare svolgimento e comunque in tutti i casi in cui venissero a mancare le necessarie condizioni di sicurezza. Qualora si verificassero tali circostanze l’utente non potrà chiedere una riduzione del prezzo e tale possibilità, eventualmente, sarà rimessa alla discrezionalità esclusiva dell’organizzatore.
25.2 In caso di variazioni o annullamento delle attività e/o servizi del pacchetto turistico per le ragioni di cui all’art. 25.1 l’APT ha facoltà di proporre attività alternative che l’utente/viaggiatore può decidere di accettare.
25.3 In caso di escursioni, anche naturalistiche, resta inteso tra le parti che l’utente/viaggiatore intraprenderà i tour sotto la propria esclusiva responsabilità ed in caso di abbandono imprevisto sosterrà il costo degli eventuali servizi non inclusi nel pacchetto senza diritto ad ottenere alcun rimborso per quanto già corrisposto per l’acquisto di tale servizio incluso nel pacchetto.


CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA
SINGOLI SERVIZI TURISTICI E SERVIZI TURISTICI COLLEGATI

Ad integrazione delle Condizioni Generali di cui agli articoli precedenti (Disposizioni Comuni) in relazione all’acquisto dei servizi turistici e dei servizi turistici collegati valgono altresì le seguenti condizioni specifiche.

Art. 26 – NORMATIVA DI RIFERIMENTO
26.1 I contratti aventi ad oggetto l’offerta del solo servizio di trasporto, del solo servizio di soggiorno, ovvero di qualunque altro separato servizio turistico, non si possono configurare come fattispecie negoziale di organizzazione di viaggio ovvero di pacchetto turistico e pertanto non godono delle tutele previste dal Codice del Turismo. 
26.2 I suddetti servizi singoli sono regolati dal d.lgs.206/2005 (Codice del Consumo), dal Codice Civile per gli aspetti non disciplinati dal Codice del Consumo, dagli artt. 1 n. 3 e n. 6, da 17 a 23 e da 24 a 31 (limitatamente alla parti di tali disposizioni che non si riferiscono al contratto di organizzazione) della Convenzione internazionale sul contratto di viaggio (CCV) del 23 aprile 1970 (Convenzione di Bruxelles), nonché dalle clausole contrattuali del servizio turistico singolo di cui trattasi del singolo fornitore.


Art. 27 - CONDIZIONI DI CONTRATTO
27.1 Ai contratti aventi ad oggetto l'offerta del servizio turistico singolo di cui al precedente articolo sono applicabili le Disposizioni Comuni e gli artt. 22.1, 22.2 e 22.3 delle presenti Condizioni Generali nelle ipotesi in cui il singolo servizio turistico prenotato/acquistato ha ad oggetto prestazioni/attività/prodotti turistici diversi dall’alloggio (o soggiorno).
27.2 Resta inteso che la terminologia di tali clausole va sempre intesa con riferimento al contratto di vendita dei servizi turistici singoli.


COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA
Comunicazione obbligatoria ex art. 17 L. 38/2006 “La legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi all’estero”.

 

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 c.c., si dichiara inoltre di aver già letto, compreso e accettato gli articoli delle presenti Condizioni Generali di vendita versione 1.1 tutti di seguito specificati: 7, 8, 10, 12, 13, 14, 15, 17, 18, 21, 22 e 27, dando atto della loro effettiva conoscenza ed accettazione mediante la sottoscrizione esplicita del presente documento.